Fare per imparare

Il modo migliore per imparare e ricordare gli argomenti trattati è mettere in pratica la teoria. I ragazzi delle classi terze non dimenticheranno facilmente le avanguardie artistiche del ‘900, perché…

Sulla libertà e l'essere liberi

Il 25 aprile si è festeggiato il settantaseiesimo Anniversario della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista le cui celebrazioni, per il secondo anno di fila, si sono svolte in un clima di…

La democrazia si impara a scuola

Quest’anno gli alunni delle tre quinte della scuola primaria sono stati impegnati in un compito di realtà il cui titolo è “La democrazia si impara a scuola” Il tutto nasce,…

Workshop di illuminotecnica teatrale

Gli studenti del Liceo di Scienze umane - teatro e cinema, hanno frequentato un workshop di illuminotecnica teatrale, il cui obiettivo è stato quello di far comprendere l’importanza di una…

Giornata della memoria delle vittime del Covid-19

STELLINA IN CIELO Il 18 marzo è stata la giornata della memoria di tutte le vittime del Covid-19. Durante la DaD abbiamo voluto unirci in preghiera e ricordare tutte quelle…

ENAC VENETO INCONTRA DANTE

Il 25 Marzo, data che gli studiosi individuano come inizio del viaggio ultraterreno di Dante nella Divina Commedia, si celebra il Dantedì, la giornata dedicata a Dante Alighieri, recentemente istituita dal…

Si "parte"!

Giovedì 15 ottobre si è svolto l’Erasmus Day alla SFP ENAC Veneto dell’Istituto Canossiano “Madonna del Grappa” di Treviso. Malgrado l’incertezza dettata dal periodo e la difficoltà di viaggiare nel territorio nazionale e internazionale, il direttore prof. Andrea Michielan, i docenti prof. Valentina Scomparin e Giacomo Pavan hanno ugualmente presentato agli studenti delle classi terze le possibilità offerte dal progetto Erasmus +; si tratta di esperienze formative uniche a cui da anni la Fondazione ENAC Veneto e la nostra scuola aderiscono e che prevedono un periodo di stage lavorativo curriculare presso aziende all’estero, interamente finanziate dall’Unione Europea.
Durante la mattinata molto spazio è stato dato alla presentazione della mobilità europea, all’analisi dei viaggi passati e degli impegni e delle sfide che l’esperienza comporta.
Gli studenti hanno anche assistito alla proiezione di un video realizzato dagli allievi che l’anno scorso hanno trascorso un mese a Crewe, in Inghilterra, che hanno voluto immortalare momenti spensierati e lavorativi in istantanee che testimoniassero ai loro compagni l’importanza del progetto Erasmus.
La meta, le modalità e le date di quest’anno sono ancora da definire ma la voglia di partire è molta. La speranza è che quest’esperienza formativa si possa concretizzare per l’estate prossima e rappresenti ancora una volta un momento unico di crescita professionale e umana per i nostri allievi, anche perché “un viaggio non è mai un luogo, ma un nuovo modo di vedere le cose” (Henry Miller).
Andrea Michielan, direttore della Scuola di Formazione ha concluso: «Ci auguriamo tutti di poter ripartire quanto prima con le esperienze di mobilità, che hanno fatto crescere gli studenti che hanno partecipato all’esperienza e ci hanno fatto crescere come scuola, dandoci l’opportunità di confrontarci e vedere situazioni, organizzazioni e culture differenti».