I ragazzi della scuola media al Festival Mare di Libri di Rimini

  Durante il mese di giugno, i ragazzi di prima e seconda media hanno partecipato al Festival dei ragazzi che leggono, "Mare di Libri", a Rimini.   I nostri studenti sono…

Spettacolo teatrale dei ragazzi di III media

  Le classi terze anche quest'anno si sono cimentate nel mettere in scena uno spettacolo teatrale. La novità, per quest'anno, è stata la proficua collaborazione con i ragazzi della quarta…

Una primavera ricca di attività

In questa primavera l'attività curricolare dei Licei si è arricchita di numerose attività, iniziative, uscite e viaggi d'istruzione. Ecco una carrellata di immagini di alcune di esse. Viaggio d'istruzione a…

Canossiane in corsia!

In questi giorni di maggio é terminato il Progetto “Storie per grandi e piccini...Storie per non dimenticarsi di essere stati bambini” delle classi Quinte della Scuola Primaria che ha trovato…

Centri estivi 2022!

Per il terzo anno consecutivo l’Istituto Canossiano è felice di accogliervi ai CENTRI ESTIVI e di trascorrere insieme a voi un’altra estate ricca di laboratori, giochi e divertimento!!!! È aperto…

L'accoglienza raccontata ai ragazzi: la testimonianza di Nicoletta Ferrara

Le classi seconde della scuola Media, all'interno del progetto "Cr.Es.Co", il 20 aprile 2022 hanno avuto la possibilità di incontrare Nicoletta Ferrara e di ascoltare la sua testimonianza. Nel 2015,…

La democrazia si impara a scuola

Quest’anno gli alunni delle tre quinte della scuola primaria sono stati impegnati in un compito di realtà il cui titolo è “La democrazia si impara a scuola”

Il tutto nasce, non solo dall’inserimento dell’educazione civica nel curricolo scolastico, ma dal desiderio di mettere in pratica quanto indicato dal Cosiglio d’Europa nel documento “Competences for democratic culture. Living together as equals in culturally diverse democratic societies”. Questo documento, che si propone di supportare la pianificazione dei sistemi educativi per la preparazione degli studenti alla vita come cittadini democratici, descrive un modello concettuale delle competenze che devono essere acquisite dagli studenti per partecipare in modo efficace a una cultura della democrazia e vivere in pace insieme con gli altri nelle società democratiche. Esso si compone di 20 competenze suddivise in valori, atteggiamenti, abilità, conoscenze e comprensione critica.

In particolare, nel documento si afferma che la scuola deve essere considerata la “comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale, informata ai valori democratici e volta alla crescita della persona in tutte le sue dimensioni”. Per formare le giovani generazioni ad essere cittadini attivi è necessario partire dalla scuola, sperimentata e vissuta come casa comune nella quale ciascuno possa sentirsi membro attivo, costruttivo e propositivo.

Il progetto ha visto i bambini protagonisti di un percorso a tappe, nel quale è stato chiesto loro di organizzare le elezioni amministrative volte alla elezione del sindaco della scuola primaria.

In un primo momento è stato chiesto loro di studiare la Costituzione, gli Organi dello Stato, gli Enti locali e le elezioni. In un secondo momento i bambini si sono suddivisi in tre partiti politici, uno per ogni sezione, ciascuno col proprio nome che ne definisse l’identità e le finalità.

Ciascun partito politico ha poi individuato il proprio candidato sindaco ed i suoi consiglieri il cui compito era di individuare azioni volte al miglioramento della scuola.

A causa del Covid-19, non è stato possibile organizzare comizi in presenza, per cui ciascun candidato ha preparato un video di presentazione del proprio programma politico, da mostrare agli elettori delle classi terze e quarte.

Il 19 aprile sono state svolte le elezioni in cui i bambini delle tre classi si sono impegnati nell’allestimento dei seggi elettorali, ricoprendo i ruoli di presidente, segretario e scrutatori, nonché addetti alla sicurezza e alla sanificazione, rispettando le norme e le linee giuda per la sicurezza.

Al termine della giornata, è stato fatto lo spoglio delle schede elettorali ed il sindaco scelto dalla comunità scolastica è stato l’alunno Jonathan Ilario Durigon.

Il giorno seguente, il neosindaco, insieme alla sua giunta ha presentato le sue proposte a Madre Antonia, in qualità di Dirigente scolastico, e alla sua amministrazione.

sindaco 2

sindaco 1

sindaco 3

sindaco 5

sindaco 6